Insonorizzare il soffitto per eliminare i rumori

Insonorizzare il soffitto per eliminare i rumori: Provi fastidio a causa del calpestio che proviene dal piano superiore? Provi disturbo quando senti lo stridore causato dallo spostamento dei mobili o la confusione che proviene della televisione del vicino di casa del piano superiore?

Se hai risposto di si a queste domande, dovresti pensare a insonorizzare il soffitto per eliminare i rumori e assicurarti un giusto isolamento acustico.

Insonorizzare il soffitto per eliminare i rumori cosa è l’isolamento acustico?

L’isolamento acustico è la capacità di un ambiente di contenere e neutralizzare il passaggio del suono nell’aria e negli elementi strutturali e architettonici. Ma quale tipo di rumori dovremmo eliminare?

Bisogna tenere presente che le tipologia di rumore sono diverse: parliamo ad esempio di rumore aereo (voci, strilla, musica alla radio, tv accesa) o rumore da calpestio (scarpe con tacco, spostamento di mobili, colpi al pavimento).

Su soffitti scarsamente isolati questa tipologia di rumore è molto diffusa.

Cosa puoi fare per insonorizzare il tuo soffitto?

La prima cosa che dovresti fare è scegliere se buttarsi su un intervento “massiccio”, o se è più opportuno un intervento poco invasivo e più rapido.

Insonorizzare il soffitto per eliminare i rumoriGeneralmente per garantire una buona assorbenza dei rumori è necessario un controsoffitto acustico, che evitano il propagarsi delle onde sonore, ma prima analizziamo qualche altra soluzione.

Per l’assorbimento del rumore si può utilizzare un materiale morbido come l’isolamento in fibra di vetro, ma per avere un effetto ancora più forte, devi usare un materiale denso e pesante come il cartongesso o la fibra di media densità (MDF).

Invece per l’interruzione del suono, devi creare uno spazio o inserire una barriera non conduttiva, che impedisce al rumore di vibrare attraverso i travetti del soffitto, cioè non fai altro che aggiungere un secondo soffitto separato.

Per prima cosa rimuovi il cartongesso del soffitto esistente, che è spesso a stretto contatto con le travi del soffitto, ed è proprio questo che fa propagare i rumori.

La cosa che devi fare è quella di reinstallare il cartongesso, assicurando che esso resti staccato dal soffitto. Puoi unire il nuovo soffitto di cartongesso con un sistema di tralicci elastici.

Poi dovresti aumentare il peso del sovraccarico del sottofondo, e puoi farlo aggiungendo qualche strisce di cartongesso spesso, poi dovresti aggiungere del materiale che limita le vibrazioni.

Insonorizzare il soffitto: puoi usare anche un isolante in fibra di vetro tra i travetti.

Ma ci sono anche altre soluzioni: molto importanti sono i pannelli fonoassorbenti. Questi sono utili perché evitano il propagarsi delle onde sonore. Inoltre, questi sono resistenti al fuoco, agli agenti chimici e all’usura provocata del tempo.

Inoltre, è molto importante sottolineare che i materiali isolanti che producono isolamento acustico, garantiscono anche un isolamento termico.

Che dire poi delle Bioclima monopareti fono isolanti che consentono di ridimensionare la trasmissione dei rumori che provengono dagli ambienti vicini, garantendo un’ottima protezione acustica.

Se poi volete combinare l’isolamento acustico (www.sorgedil.com) con una migliore estetica esistono dei pannelli fonoassorbenti, che hanno anche una funzione decorativa, perché si attaccano al soffitto e si questi attutiscono i suoni, migliorando il design della tua stanza.

Esistono poi degli intonaci isolanti, che rendono l’operazione meno stressante, ma con risultati efficienti, perché sono fonoassorbenti e riducono in modo efficace i rumori aerei.

Se non vuoi un controsoffitto puoi pensare all’applicazione di pannelli acustici a sospensione. Queste ti consentono di non installare un vero e proprio controsoffitto, soprattutto in quei casi in cui, per determinate difficoltà architettoniche, è impossibile costruire un controsoffitto completo.

Occorre dire che, nel caso in cui la copertura del tetto è realizzata con materiali piuttosto leggeri, e il legno è uno di quelli, è quasi impossibile prescindere dal ricorrere all’utilizzo di prodotti isolanti.

Ognuna di queste soluzioni è realizzata e progettata per soddisfare specifiche esigenze individuali, ma è importante sottolineare che, nella scelta di una determinata soluzione, devi tenere in conto il tipo di stanza o il tipo di suono che sta tentando di ridurre.

Molti di questi sistemi però ti offriranno livelli eccellenti di riduzione del rumore nella maggior parte delle situazioni domestiche.

Notizie offerte da Insonorizzazione acustica www.sorgedil.com, gli specialisti dell’isolamento acustico in italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *